it en
Change your language here!

Sono Carente di Vitamina D? Attenzione!

 

Ci sono tante persone, che per una serie di motivi non assumono abbastanza vitamina D e spesso non ne sono consapevoli. Questa carenza può provocare molti problemi nel corpo umano. Vediamo, quindi, cosa accade quando il fisico non riesce ad ottenere abbastanza vitamina D.

famiglia sotto il soleQuando il corpo non riesce ad acquisire abbastanza luce solare, automaticamente non riesce ad ottenere tutta la vitamina D di cui ha bisogno rispetto ad una regolare esposizione al sole.

Ci sono anche molte persone che non riescono a fare tutto questo perché rimangono molto tempo al chiuso o perché utilizzano sempre una protezione solare molto alta.

Inoltre molti sono impossibilitati ad assimilare la vitamina D dal sole durante l’inverno a causa delle condizioni climatiche svantaggiose.

(Hai paura che il sole sia la causa dei tumori della pelle? Se non ci bruciamo ogni volta come un'aragosta, la causa principale sono le creme solari pieni di parabeni, derivati petrolchimici ed altre tossine! Col caldo del sole, i pori della pelle si dilatano ed assorbono ancora di più tutto quello che viene spalmato sul corpo - attenzione!
Sono rarissimi i marchi che riteniamo davvero validi e sicuri.

Per sopperire a questa mancanza,  l’unica strada percorribile è quella dell’integrazione, visto e considerato che non è possibile ottenere abbastanza vitamina D solo dagli alimenti che vengono consumati regolarmente durante i pasti (uova bio, pesce, burro bio). Ci sono poi casi particolari dove il fabbisogno di vitamina D è maggiore rispetto al solito, come per esempio nei soggetti obesi o nelle donne in stato di gravidanza.

Quali sono le persone che con più probabilità possono presentare una carenza di vitamina D?

Ci sono alcuni gruppi di persone che presentano con maggiore probabilità carenza di vitamina D e sono:
1) Le persone con la pelle scura: il colore scuro della pelle necessita di un maggiore quantitativo di vitamina D, rispetto ad una persona con carnagione chiara. Per questo motivo è facile capire come chi ha una carnagione scura ha molta più probabilità di avere carenza di vitamina D.
2) Le persone che trascorrono molto tempo durante il giorno in ambienti chiusi: parliamo, ad esempio, di coloro che non sono autosufficienti, di coloro che per esempio svolgono lavori notturni, lavori dietro il computer, nei centri commerciali o di quelli che per lunghi periodi della loro vita sono costretti a vivere in ospedale.
3) Le persone che coprono la loro pelle per lunghi periodi di tempo: ad esempio coloro che indossano vestiti lunghi (spesso dovuto ad un clima freddo o perché sono freddolosi), oppure che utilizzano protezione solare su tutto il corpo.
4) Le persone che vivono nel Nord Europa, oppure nel Nord degli Stati Uniti o in Canada: questo perché in quelle zone ci sono meno ore di luce solare rispetto ad altre zone del globo terrestre.
5) Le persone anziane: questo perché esse hanno la pelle più sottile rispetto alle persone più giovani, ed è un fattore determinante che non consente di produrre più vitamina D.
6) I neonati che vengono allattati al seno: se la mamma è poco esposta quotidianamente al sole, e se ai nuovi nati non viene dato un supplemento di vitamina D, o se la mamma li sta allattando e non assume un integratore di vitamina D, allora è possibile che il vostro bambino presenti una carenza di tale vitamina.
7) Le donne incinte: è stato scoperto che le madri che soffrivano di una mancanza di vitamina D durante la gravidanza correvano un rischio maggiore di partorire figli autistici e i bimbi nati da tali madri non sviluppavano le capacità verbali come i bambini nati da madri che avevano livelli normali.
8) Le persone obese: soprattutto nelle donne con più di 65 anni è stato scoperto un collegamento tra i livelli normali di vitamina D e il peso forma.

.Quali sono i sintomi che si possono avvertire quando c’è una carenza di vitamina D?

Alcune persone possono non manifestare alcun sintomo di carenza di vitamina D e non sanno di esserne carenti!
I sintomi che si possono avvertire in presenza di carenza di vitamina D sono talvolta poco identificabili e possono includere ad esempio una stanchezza diffusa e dolori generalizzati in tutto il corpo. Ci sono anche alcune persone che non avvertono alcun sintomo e altre invece che ne presentano diversi.

Spesso se si ha una grave carenza di vitamina D, si possono avvertire dolori alle donna lavora in spazi chiusiossa e senso di debolezza che può significare anche difficoltà nelmovimento. 

Coloro che presentano una carenza di vitamina D possono imbattersi in frequenti infezioni. La carenza di vitamina D è associata ad una diminuzione della forza muscolare e ad un aumento del rischio di cancro al colon-retto, alla prostata e al seno nonchè altri tumori importanti.

Uno studio indipendente indica anche che bassi livelli di vitamina D sono associati al  morbo di Parkinson. La maggioranza (55 per cento) dei pazienti affetti dal morbo di Parkinson avevano livelli insufficienti di vit. D.

La vitamina D influenza 2000 dei 30000 geni presenti nel nostro corpo. Com'è possibile? Perché la vitamina D in realtà non è una vitamina a tutti gli effetti, ma un potente ormone neuro steroideo ed è oggetto di studi sulla prevenzione di malattie come il cancro, il diabete e quelle cardiovascolari, molto comuni nella nostra epoca.

La vitamina D fa bene alle ossa, previene la depressione, protegge l’apparato respiratorio riduce la possibilità di subire un ictus o di soffrire di sclerosi multipla, migliora le prestazioni cognitive e previene anche la carie.

Tuttavia, come precedentemente menzionato, non tutti presentano questi sintomi.

Se pensate di avere carenza di vitamina D perché riscontrate di avere uno dei sintomi descritti nell’articolo oppure perché non siete regolarmente esposti al sole, è buona norma parlarne con il vostro medico, fare un’attenta visita ed effettuare gli esami del sangue così da poter controllare direttamente i livelli di vitamina D presenti nel vostro corpo.

Come è possibile sapere se si ha una carenza di vitamina D?

Come anticipato in precedenza l’unico modo per capire se si ha una carenza di vitamina D nel corpo è quello di effettuare un esame del sangue specifico che consente di misurarne i livelli. Solo così si potrà capire se c’è una carenza oppure no. La forma di vitamina D che dovete analizzare con un esame del sangue è la 25 OH vitamina D  che secondo il medico dott. Robert Heaney, ricercatore specializzato sulla vitamina D, non deve risultare inferiore a 40 ng/ml.

Come posso aumentare i livelli di vitamina D nel corpo?

Ci sono due modi per aumentare la vitamina D nel corpo. Il primo è quello di esporsi al sole con la pelle a contatto diretto con i raggi solari, il secondo è l'integrazione di vitamina D.

Chi ha una minima carenza e vorrebbe anche il beneficio degli omega 3 (antinfiammatori) potrebbe assumere a lungo termine l'olio di fegato di merluzzo EVCLO, ma chi vuole la comodità, la convenienza ed evitare gusti non proprio piacevoli, può usare una vitamina D in spray.  Esistono spray in commercio che con un solo spruzzo al giorno in bocca permettono di ricevere 3000IU e la confezione solitamente dura 3 mesi.

NOTA IMPORTANTE: il consumo di latticini, alimenti ricchi di calcio o integratori di calcio con la vitamina D migliorano l'assorbimento del calcio, ma senza bilanciare il magnesio che crea un ulteriore carenza di magnesio, portando paradossalmente anche all'osteoporosi; per questo motivo quando si assumono oltre 1000IU di vitamina D è sempre bene prendere anche magnesio.

A parte il magnesio, anche la vitamina K2, in forma M-7 (l'unica forma naturale) serve per portare il calcio nelle ossa e non nei tessuti o muscoli, e lo zinco perché ogni recettore di vitamina D necessita di una molecola di zinco.

Consiglio di utilizzare magnesio e zinco in forma pico ionica. In questa forma le particelle dei minerali essendo molto piccole che vengono assorbite al 100% a livello cellulare che è fondamentale per garantirne l'utilizzo da parte dell'organismo.

 

 

2 pensieri su “Sono Carente di Vitamina D? Attenzione!”

Lascia un Commento