it en
Change your language here!
819048 714 381
71427321893

Come la Carenza di Iodio Aumenta l'Insorgenza del Cancro

vari alimenti ricchi di iodioLo iodio, un minerale fondamentale per la prevenzione del cancro, è stato usato da sempre in qualsiasi forma.

All’inizio veniva usato come medicina (un rimedio contro ogni genere di malattia, dal cancro al seno alla sifilide) e consumato sotto forma di alghe, in aggiunta al pane. Poi, nel 1948, lo iodio fu improvvisamente ritenuto pericoloso e fu rimosso dagli arsenali medici - così come dal nostro cibo negli anni '70.

Il consumo di iodio è noto per la sua connessione alla salute della tiroide. Ma è meno noto che anche altri tessuti richiedono grandi quantità di iodio, vale a dire il seno, il pancreas, lo stomaco, il cervello e il timo.

Il consumo di iodio (1) è crollato del 50% dal 1970 ed è andato a coincidere con un drammatico aumento dei tumori della mammella e della prostata. Gli studi dimostrano che la carenza di iodio è un’epidemia mondiale che colpisce spesso le donne in età riproduttiva e potrebbe, non solo aumentare il rischio di cancro, ma anche causare complicazioni durante la gravidanza e lo sviluppo fetale.

Benefici dello Iodio in Gravidanza

Lo iodio è essenziale per una gravidanza sana e di successo e, quando è insufficiente, può causare aborti, fallimenti riproduttivi, sviluppo anormale del cervello e ipotiroidismo congenito.

Ironia della sorte, mentre lo iodio è stato tolto dalla nostra dieta, il bromo, elemento di ostacolo per l’assorbimento dello iodio, è stato aggiunto alla farina che mangiamo. I prodotti chimici che derivano dal bromo sono stati aggiunti anche ai materassi, all’abbigliamento e ad altri prodotti di consumo, poiché ottimi ritardanti di fiamma.

Il problema è stato esacerbato dal fatto che alla nostra dieta quotidiana sono stati aggiunti pesticidi e sostanze chimiche che interferiscono con l’assorbimento dello iodio. Non c’è, dunque, da meravigliarsi se al giorno d’oggi quasi tutti soffrono di carenza di iodio (2).

Tuttavia, questa carenza è diventata ancora più prevalente con la presenza sempre crescente dei xenoestrogeni (estrogeni chimici presenti in molti prodotti per la cura della persona e della casa e nell'inquinamento atmosferico) che non solo avvelenano il corpo, ma contribuiscono allo squilibrio ormonale e alla dominanza degli estrogeni. Lo iodio è stato sempre di più eliminato dagli strumenti che il nostro corpo poteva adoperare contro il cancro.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che potresti incontrare.

Carenza di Iodio e Cancro al Seno, uno Sguardo Più Attento

Si è scoperto che una carenza di iodio influenza la presenza di molti tumori. In Turchia, i tumori gastrici sono più comuni nelle aree in cui la carenza di iodio è elevata. L'aumento dell'apporto di iodio negli ultimi anni è stato fortemente correlato con una riduzione dei tumori dello stomaco.

I ricercatori hanno attribuito il basso tasso di cancro al seno in Giappone a iodio altamente dietetico (e selenio). Le cellule di cancro al seno hanno bisogno di iodio per facilitare la morte cellulare e sopprimere la crescita del tumore (3).

Il tessuto mammario e il latte materno umano contengono concentrazioni più elevate di iodio rispetto alla stessa ghiandola tiroidea, che contiene solo il 30% delle riserve di iodio del corpo. Il tessuto mammario è ricco delle stesse proteine ​​trasportatrici di iodio utilizzate dalla ghiandola tiroidea per assorbire iodio dal sangue.

Leggi anche: Le Possibili Carenze Nutrizionali della Dieta Vegetariana o Vegana

Molteplici Benefici dello Iodio

gli ormoni tiroideiLe ragioni evolutive per questo sono chiare: lo iodio è essenziale per lo sviluppo del cervello neonatale in via di sviluppo, quindi il corpo della madre deve avere un mezzo diretto per fornire iodio al bambino in allattamento.

Lo iodio gioca un ruolo importante nella salute del tessuto mammario delle donne. In presenza di sostanze chimiche e enzimi presenti nel tessuto mammario, lo iodio ha dimostrato di esercitare un potente effetto antiossidante, equivalente alla vitamina C.

Il tessuto mammario carente di iodio presenta marcatori chimici di elevata perossidazione lipidica, uno dei primi fattori di sviluppo del cancro (4). Il tessuto mammario carente di iodio mostra anche alterazioni nel DNA e aumenti delle proteine ​​del recettore degli estrogeni. Lo iodio aiuta anche a regolare i livelli dell'ormone dello stress, il cortisolo, e contribuisce alla normale funzione immunitaria.

I livelli anormali di cortisolo e la deficienza della funzione immunitaria contribuiscono significativamente ad aumentare il rischio di cancro al seno. Presi insieme, questi fattori biologici spiegano il legame ben noto tra carenza di iodio, cancro della tiroide e cancro della mammella, che sono predominanti nelle donne in post menopausa.

Confronto tra Diete Giapponesi e Quelle Occidentali

Come detto sopra, il legame tra consumo di iodio e carcinoma mammario è più evidente quando si confrontano le diete giapponesi e occidentali. Gli studi sulla terapia con iodio per la prevenzione del cancro al seno sono incoraggianti. Lo iodio, somministrato a ratti inclini al cancro, riduce i tassi di tumore mammario di quasi 2,5 volte. Le cellule tumorali del seno assorbono avidamente iodio, che a sua volta sopprime la crescita del tumore e promuove la morte delle cellule tumorali (5).

L'aggiunta di iodio alimentare riduce le dimensioni dei tumori mammari sia benigni che maligni, un effetto attribuito in parte alla riduzione diretta dei livelli di perossidazione lipidica dello iodio. Sebbene le dosi di iodio utilizzate in questi studi siano sostanziali, equivalenti a 5.000 mcg al giorno, non sono stati osservati effetti tossici dello iodio, né sulla funzione tiroidea né su altri tessuti.

Ulteriori benefici possono essere ottenuti integrando il selenio, in aggiunta allo iodio; il selenio è un cofattore essenziale degli enzimi utilizzati nella tiroide e nel tessuto mammario e contribuisce ad un uso ottimale dello iodio.

Lo Iodio e la Sua Funzione Mitigatrice per la Fibrosicistica Mammaria

Oltre al suo, ovvio, ruolo nella prevenzione del cancro al seno, un aumento dell'apporto di iodio può essere importante per mitigare un'altra malattia del seno, la fibrocistica mammaria o FBD, molto comune anche se meno letale. Si trova in almeno il 9% di tutte le donne che subiscono biopsie, anche se il tasso effettivo è probabilmente molto più alto.

Studi su animali hanno dimostrato che la malattia fibrocistica del seno può essere indotta privando il tessuto mammario dello iodio (6). Le donne con malattia fibrocistica del seno ottengono un sostanziale sollievo con la somministrazione orale di iodio in dosi di 3.000-6.000 mcg; il 65% delle pazienti ottiene miglioramenti secondo le proprie valutazioni e quelle dei loro medici. In questi studi, solo il 33% dei pazienti curati con placebo ha riportato alcun beneficio. Non sono stati rilevati effetti collaterali in nessuna delle dosi utilizzate.

Il Ruolo dello Iodio nella Salute Cardiovascolare

I cibi ricchi di iodio godono di una grande fama nelle terapie naturali contro l’ipertensione e le malattie cardiovascolari. Anche quando non ci sono sintomi evidenti, l'ipotiroidismo può contribuire all’insorgenza di malattie cardiache e ictus e può aumentare il rischio di morte.

La disfunzione tiroidea crea disturbi sfavorevoli nei profili lipidici, aumentando la lipoproteina a bassa densità (LDL), i livelli di colesterolo totale e il rischio di aterosclerosi. L’ ipotiroidismo indebolisce anche il muscolo cardiaco, facendolo “piegare” meno fermamente ad ogni contrazione. Questi effetti possono non essere evidenti a riposo, ma diventano importanti durante l'esercizio moderato. La bassa funzione tiroidea (7) è anche associata a rapporti più elevati nelle misurazioni di vita e fianchi, fattore di rischio correlato all'obesità.

Il ripristino della normale funzione tiroidea aiuta a invertire più fattori di rischio cardiovascolare, in particolare i profili lipidici avversi. La terapia con iodio offre l’opportunità di modulare in modo sicuro ed efficace questi problemi di salute.

Lo Iodio Protegge dal Cancro allo Stomaco

alghe al mare piene di iodioLa ghiandola tiroidea, il tessuto mammario e le pareti del tubo digerente condividono alcune somiglianze, in quanto tutte contengono una ricca concentrazione di iodio.

Le cellule di rivestimento dello stomaco, in particolare, convogliano verso di esse lo iodio, sfruttando i suoi effetti antiossidanti. Ciò ha portato i ricercatori medici a chiedersi se la carenza di iodio possa giocare un ruolo importante nei tumori del tratto digestivo. Essi hanno scoperto che le persone che vivono in aree povere di iodio (8) non sono solo inclini ad una carenza di iodio, ma hanno anche più possibilità di sviluppare un cancro allo stomaco.

Il cancro gastrico è il tumore più comune in alcune parti del nord-est della Turchia, dove la carenza di iodio è prevalente, e livelli di iodio nel tessuto gastrico sono nettamente inferiori a quelli dei tessuti circostanti. L'aumento dell'apporto di iodio (9) è fortemente correlato ad una riduzione dei tassi di cancro allo stomaco negli ultimi anni.

Come Testare una Carenza di Iodio

I sintomi della carenza di iodio (10) sono molteplici e il test dello iodio fa, raramente, parte degli esami di routine. Ma dato l'alto tasso di carenze, i test possono e devono essere richiesti. Ecco alcuni possibili metodi di test iodio:

♣ Un test urinario casuale ordinato da un medico è un buon punto di partenza.

♣ Il patch test di iodio, che consiste nell’applicare un minuscolo quadratino di tintura di iodio sul corpo e vedere come quest’ultimo reagisce. Tuttavia, questo test non è considerato eccessivamente affidabile o conclusivo, ma può aiutare a dare un'idea generale di un’eventuale carenza di iodio.

♣ Lo iodio può essere ottenuto dal cibo, in modo particolare dalle alghe, alle quali, tuttavia, occorre fare attenzione poiché talvolta possono essere inquinate.

♣ Carenza di iodio: statistiche

♣ Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, la carenza di iodio è un problema di salute in 54 paesi.

♣ Il CDC riferisce che la carenza di iodio è una delle quattro principali carenze nel mondo.

♣ Un sondaggio nazionale sulla salute e la nutrizione (NHANES) ha rilevato che fino al 35% delle donne in età riproduttiva ha un'insufficienza di iodio.

♣ L'UNICEF riferisce che la carenza di iodio è la causa più evitabile di un errato sviluppo fisico e mentale.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che potresti incontrare.

Riferimenti:

1 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5971493/

2 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3883964/

3 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6457187/

4 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4479831/

5 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2021902/

6 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3849557/

7 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4723252/

8 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1847960/

9 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4490680/

10 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5440127/

Aljaz Vavpetic
Sull'autore Aljaz Vavpetic
Naturopata Riza e Counselor Gestalt che studia e si dedica al benessere olistico dal 1999. Inizialmente offriva consulenze dal vivo nel suo studio, poi riconoscendo una grande mancanza di integratori di qualità senza additivi e antiagglomeranti, ha deciso nel 2013 ad aprire due negozi online con prodotti naturali difficili da reperire e con proprietà naturali fuori dal comune. Dopo oltre 5000 consulenze, diventa autore della "Guida Olistica per la Salute" con oltre 100 programmi naturali per aiutare contro i comuni disagi moderni, e della "Guida Olistica per la Salute degli Animali", che sono le raccolte più complete di approcci naturali olistici online in Europa. Entrambe le guide vengono aggiornate ogni mese e spedite gratuitamente a chi lo segue via newsletter.
Lascia un Commento