it en
Change your language here!

Il Segreto "Fulvico" dei probiotici a base di terreno (SBO)

La bellezza del mondo che ci circonda è rappresentata proprio dal fatto che in natura nulla si crea, nulla si distrugge veramente,  ma tutto si trasforma; così come diceva il famoso chimico biologo e filosofo francese, Antoine-Laurent Lavoisier. Quando le piante o gli animali muoiono, alcuni organismi microscopici presenti in natura, aiutano la materia di cui sono composti a decomporsi andando a produrre diversi sottoprodotti che hanno una valenza unica.

Questi sottoprodotti sono assorbiti dal terreno e grazie alla loro composizione organica rendono lo stesso terreno sano fornendo delle proprietà veramente uniche. Tra i vari sottoprodotti offerti dalla natura uno di quelli che ha effetti benefici maggiori è senza dubbio l’acido fulvico.

I benefici dell’acido fulvico

L’acido fulvico ha un peso molecolare decisamente basso e questo lo rende bio-attivo quindi gli consente di poter passare in maniera molto rapida al’interno delle cellule sia delle piante che degli altri esseri viventi. Dunque, va ad aumentare l’attività degli enzimi così che le membrane cellulari diventano molto più permeabili.[1] 
Questa cosa consente all’acqua di entrare nelle cellule in maniera decisamente maggiore rispetto al normale. Se analizziamo questo aspetto, possiamo tranquillamente dire che si tratta di un beneficio sia per le piante che per gli animali in quanto la maggiore idratazione permette loro di espellere tutte le tossine e quindi purificarsi.[2]

L’acido fulvico e i metalli tossici

Ingerire acido fulvico consente di aumentare la capacità di una cellula di rilasciare  i metalli tossici. Diversi studi hanno dimostrato come questa cosa sia vera. Ad esempio si è visto che un pesciolino che nuota dentro dell’acqua a cui è stato aggiunto dell’acido fulvico presenta livelli di alluminio sei volte inferiori rispetto al normale.[3]

L’acido fulvico e la salute del cervello

Tantissimi sono gli studi effettuati sull’acido fulvico e tra questi spicca quello effettuato dall’Università del Centro Internazionale del Cile [4], che ha mostrato come un’integrazione corretta con acido fulvico e buone abitudini alimentari possano aiutare a proteggere il cervello dal deterioramento cognitivo. Un esempio importante legato a questa sostanza è sicuramente lo Shilajit che si trova in natura nelle montagne himalayane. Si tratta di un composto risultante dalla decomposizione progressiva di alcune piante e contiene principalmente acido fulvico;  è stato confermato che quest'ultimo sostiene le funzioni celebrali in maniera determinante.

L’integrazione con l’acido fulvico

E’ chiaro oggi come l’uso massiccio di fertilizzanti e pesticidi,  oltre all’impoverimento del terreno a livello di minerali, porta ad una diminuzione dell’attività microbica che ha come conseguenza una produzione agricola di scarsa  qualità. I prodotti della terra sono pieni di scorie e presentano sempre di più un minor numero di sostanze nutritive come per esempio lo stesso acido fulvico.

E' fortunatamente possibile integrare l’acido fulvico attraverso prodotti naturali che sono in commercio. Un’azienda ha recentemente iniziato a commercializzare acqua in bottiglia con acido fulvico.

Il Segreto "Fulvico" dei probiotici a base di terreno

Poche persone sono a conoscenza  dei probiotici a base di terreno (SBO) che contengono  acidi umici e fulvici.

Sono estratti direttamente dalle profondità della terra laddove pesticidi e sostanze chimiche inquinanti non riescono ad arrivare; questa materia vegetale che viene estratta dai derivati della  decomposizione di alcune piante porta alla realizzazione di micronutrienti ed enzimi essenziali per il nostro organismo.

In passato gli esseri umani ingerivano acidi fulvici naturalmente grazie ai prodotti della terra che era sana e senza scorie nocive.

Shilajit

Oggi, purtroppo,  il discorso cambia sensibilmente e tutto questo a causa dei prodotti chimici che l’agricoltura moderna utilizza. Pesticidi, diserbanti, e molto altro, tutti nocivi per la nostra salute sono utilizzati per le coltivazioni e irrimediabilmente vengono trattenuti anche nel terreno eliminando tutte le sostanze nutritive presenti in esso  compreso l’acido fulvico. Per questo motivo è importante integrare la nostra alimentazione quotidiana con probiotici a base di terreno SBO anche perché è come avere due prodotti in uno: i probiotici e acido fulvico.

I vantaggi dell’integrazione con l’acido fulvico

Integrare naturalmente l’acido fulvico consente di: eliminare le tossine dal corpo e di aumentare l’energia del nostro corpo, combattere i radicali liberi grazie al potere antiossidante  (nel primo periodo probabilmente noterete delle feci molto scure), trasportare le sostanze nutritive alle cellule, aumentare il metabolismo delle proteine contribuendo alla sintesi dell’RNA e del DNA, ripristinare l’equilibrio elettrolitico, aumentare l’attività dei diversi sistemi enzimatici e rafforzare il sistema immunitario.

Tutto questo si trova nei probiotici a base di terreno (SBO) che a differenza degli altri probiotici sul mercato consentono di poter avere un apporto completo sotto tutti i punti di vista.

 

Lascia un Commento