it en
Change your language here!

Emorroidi i Migliori Rimedi Naturali

emorroidi infiammate

Le emorroidi sono delle vene del canale anale e del retto inferiore, che giocano un importante ruolo nel mantenimento della continenza fecale. Diventano patologiche quando sono gonfie o infiammate, causando una  sindrome nota come malattia emorroidaria, però questo disturbo viene definito comunemente come “emorroidi”.

L’infiammazione delle emorroidi è un disturbo molto comune che colpisce milioni di persone in tutto il mondo.

I sintomi comuni delle emorroidi possono includere dolore, prurito, gonfiore nell'ano, formazione di un nodulo sensibile o doloroso vicino all'ano e sanguinamento rettale. Possono svilupparsi all'interno o all'esterno dell'ano e del retto, chiamate rispettivamente emorroidi interne ed esterne.

Le emorroidi esterne si trovano sotto la pelle intorno all'ano e la pelle delicata può essere facilmente irritata e sanguinare durante la defecazione. I coaguli di sangue possono formarsi in emorroidi esterne e causare molto dolore e infiammazione.

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che potresti incontrare.

Clicca qui per scaricare il documento...

D'altra parte, le emorroidi interne sono meno evidenti, ma sforzandosi durante un movimento intestinale possono irritare la delicata superficie delle emorroidi e causare sanguinamento o far passare le emorroidi all'esterno dell'ano; questo è chiamato prolasso e può essere molto doloroso. In seguito alla dilatazione, oltre al prolasso, si può avere anche trombosi, ovvero la formazione di noduli bluastri, dolori e sanguinamento, quando la parete venosa, dilatata ed assottigliata, si rompe.

Le emorroidi si possono distinguere in diversi stadi e si differenziano in:

1° grado: presenza di rigonfiamenti vascolari sanguinanti o meno, con prolasso assente.

2° grado: presenza di prolasso che si verifica in seguito a sforzi eccessivi (evacuazione, gravidanza, parto) con ritorno spontaneo al termine di questi.

3° grado: presenza di prolasso che non rientra spontaneamente dopo lo sforzo, ma è ancora riducibile manualmente.

4° grado: presenza di prolasso indipendente da qualsiasi sforzo, ormai irriducibile e spesso associato a trombosi.

Una caratteristica tipica della problematica emorroidale è quella di recidivare, le persone che soffrono di emorroidi sperimentano, infatti, spesso l’alternanza tra una fase acuta, sempre più frequente, e periodi di latenza, sempre più brevi.

 

Quali sono le Cause delle Emorroidi Infiammate 

uomo in bagno con computer

Causa principale è l’aumento della pressione sanguigna all’interno di questi vasi, per un rallentamento del ritorno venoso. I ricercatori propongono che la disintegrazione dei tessuti anali causi lo sviluppo di emorroidi. Ci sono alcuni fattori che contribuiscono alle infiammazioni delle emorroidi, tra cui: condizione di sovrappeso;

  • sedentarietà;
  • alimentazione scorretta;
  • sollevare regolarmente oggetti pesanti;
  • invecchiamento, gravidanza e parto;
  • eredità, costipazione o diarrea cronica;
  • funzione intestinale difettosa a causa di un uso eccessivo di lassativi o clisteri;
  • passare lunghi periodi di tempo in bagno;
  • affezioni del fegato;
  • debolezza costituzionale delle parete dei vasi;
  • problemi di circolazione;
  • assunzione di farmaci;
  • prolungata posizione eretta.

Un aumento della pressione intra-addominale durante la gravidanza o quando un individuo stitico rimane seduto sul water per un periodo prolungato di tempo sotto sforzo è il principale fattore che contribuisce allo sviluppo delle emorroidi. L'indebolimento del tessuto di supporto a causa dell'invecchiamento e della genetica può anche costituire un'altra causa.

Molti fattori dietetici, tra cui una dieta a basso contenuto di fibre, abbondanti cibi piccanti e assunzione di alcol, sono stati implicati come possibili cause dei sintomi delle emorroidi.

 

Come Prevenire le Emorroidi

A volte le emorroidi sono causate da cattive abitudini. Lo stile di vita e i cambiamenti nella dieta sono il modo migliore per prevenire le emorroidi.

Mangiare cibi ricchi di fibre e bere molta acqua sono essenziali per la loro prevenzione, in quanto mantengono il processo digestivo correttamente in movimento e prevengono la stitichezza.

Fare regolare attività fisica, anche solo fare una passeggiata di 10 minuti durante la pausa pranzo aumenterà la circolazione, evitare di stare seduti per lunghi periodi di tempo può anche aiutare a prevenire le emorroidi. Il modo più efficace per evitare la stitichezza è andare in bagno quando senti per la prima volta l'impulso. Ritardare un movimento intestinale permette all'intestino di riassorbire l'acqua dalle feci. Questo rende le feci più difficili da espellere.

Ricordati che le emorroidi sono solo un sintomo localizzato di un problema generale che riguarda l’intero circolo venoso. Per questo motivo, al fine di evitare complicanze e cronicizzazione, sarebbe opportuno affrontare la situazione con rimedi naturali specifici.

 

Rimedi Naturali per le Emorroidi

 Amamelide

pianta di amamelide

Può ridurre sia il prurito che il dolore, due sintomi principali delle emorroidi. È un antinfiammatorio naturale, quindi potrebbe anche ridurre il gonfiore. L’Amamelide è una pianta che viene utilizzata per le sue proprietà cicatrizzanti, astringenti e antiossidanti. L'applicazione topica di amamelide può aiutare a lenire le emorroidi riducendo l'infiammazione e il dolore (1).

Ippocastano

L’ippocastano è comunemente usato come rimedio a base di erbe per il flusso sanguigno e il gonfiore. I semi di ippocastano contengono l’escina, una saponina a cui sono state riconosciute proprietà decongestionanti, disarrossanti, astringenti e vasocostrittrici.   Secondo uno studio, l'ippocastano ha dimostrato di migliorare la microcircolazione, il flusso capillare e il tono vascolare, tutti elementi utili per liberarsi delle emorroidi (2).

Collinsonia

La radice di collisonia aiuta a migliorare il flusso sanguigno alleviando la contrazione dei vasi sanguigni, rafforzando le pareti delle vene. Aiuta, quindi, a ridurre l'irritazione e a calmare il gonfiore dei vasi sanguigni. Inoltre aiuta a prevenire le vene varicose. Molte persone con problemi circolatori possono sentirsi fredde anche quando le temperature sono alte: la collinsonia può aiutare le persone a sentirsi più calde e a ridurre i loro brividi (3). 

Sophora del Giappone

I fiori di Sophora vengono utilizzati in Cina, Giappone e Corea per il trattamento dell'ematemesi e sanguinamento delle emorroidi. Favoriscono la circolazione normalizzando la permeabilità dei vasi sanguigni (4).

Mimosa

L'erba è stata usata tradizionalmente per secoli nel trattamento dei disturbi urogenitali, delle mucose, della dissenteria, delle sinusiti ed è stata applicata anche alle ferite (5). 

Bupleuro

È conosciuto nella medicina cinese come erba refrigerante che promuove la salute circolatoria e rafforza le pareti dei vasi sanguigni.

Centella

La Centella è un'erba medicinale importante che è ampiamente usata in Oriente. Viene consigliata per il trattamento di varie condizioni patologiche della pelle e malattie del tratto genitourinario. Supporta la salute vascolare (6). 

Pungitopo

La radice di Pungitopo contiene alti livelli di flavonoidi che rinforzano le pareti dei capillari e supportano un sano sistema circolatorio. Il pungitopo aiuta l'elasticità dei vasi sanguigni tesi e gonfi.

 

Queste erbe in sinergia tra di loro, costituiscono un’eccellente miscela per rafforzare le pareti venose, migliorare la circolazione sanguigna e trattare le emorroidi.

 

Vitamine e Minerali per le Emorroidi

Oltre ai rimedi naturali e alle erbe per le emorroidi ci sono alcune vitamine e minerali utili per ristabilire le emorroidi.

Probiotici: i probiotici o batteri "amici", come il lattobacillo e il bifido, possono essere utili per aiutare a prevenire e trattare le emorroidi (7), poiché aiutano a equilibrare la flora batterica, migliorando la salute intestinale.

Rame: una carenza di rame può indebolire le vene. I sintomi che si presentano di conseguenza includono vene varicose, emorroidi e altri problemi relativi alle vene. Inoltre il rame migliora il benessere della pelle (8).

 

Non hai trovato la risposta al tuo problema in questo articolo?

Non preoccuparti!

Abbiamo preparato una speciale "Guida Olistica per la Salute" in formato PDF, nel quale potrai trovare la risposta a quasi tutti i problemi che potresti incontrare.

Clicca qui per scaricare il documento...

 

Riferimenti:

  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279466/
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11302778
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/medgen/760649
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3746583/
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3459453/
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3116297/
  • https://academic.oup.com/jn/article/130/2/396S/4686430
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4556990/
Aljaz Vavpetic
Sull'autore Aljaz Vavpetic
Naturopata Riza e Counselor Gestalt che studia e si dedica al benessere olistico dal 1999. Inizialmente offriva consulenze dal vivo nel suo studio, poi riconoscendo una grande mancanza di integratori di qualità senza additivi e antiagglomeranti, ha deciso nel 2013 ad aprire due negozi online con prodotti naturali difficili da reperire e con proprietà naturali fuori dal comune. Dopo oltre 5000 consulenze, diventa autore della "Guida Olistica per la Salute" con oltre 100 programmi naturali per aiutare contro i comuni disagi moderni, e della "Guida Olistica per la Salute degli Animali", che sono le raccolte più complete di approcci naturali olistici online in Europa. Entrambe le guide vengono aggiornate ogni mese e spedite gratuitamente a chi lo segue via newsletter.
Lascia un Commento