Change your language here!

Servizio gratuito numero


Calo del Desiderio Sessuale? Segnali di Problemi Ormonali

Perché la vita sessuale sia appagante è necessario che vi sia un buon equilibrio ormonale.

La vita sessuale è molto importante perché influisce positivamente sulla mente e sul corpo. In base ai risultati ottenuti da uno studio condotto dall’Università della Pennsylvania (1) l’attività sessuale regolare aiuta l’incremento delle difese immunitarie, migliorando la salute e prevenendo alcune malattie.

Purtroppo, però, il calo del desiderio sessuale è sempre più in aumento in Europa e in Italia. Da una ricerca elaborata dall’Istituto di sessuologia clinica di Roma (2) sugli italiani a letto presentata al Congresso della Federazione europea di sessuologia è emerso che il calo del desiderio sessuale è triplicato negli ultimi dieci anni.

Nella maggior parte dei casi, dietro al problema del calo del desiderio sessuale, la causa principale è un squilibrio ormonale

Desiderio sessuale, una questione di ormoni

Talvolta il calo della libido è una condizione momentanea, legata a problemi transitori come lo stress, ma quando questa condizione si protrae per molto tempo, potrebbe trattarsi di un sintomo secondario di patologie vere e proprie, che coincidono generalmente con squilibri ormonali.

Il Desiderio Sessuale Femminile

Il desiderio sessuale dipende dalla biologia, dalla psicologia, dalla relazione e anche dal contesto socio-culturale. Sul fronte biologico, il desiderio è regolato da un complesso meccanismo “neuro-endocrino”, dominato da una serie di sostanze (neurotrasmettitori e neuromodulatori) attivate dal cervello. Questo meccanismo, a sua volta, è profondamente influenzato dagli aspetti ormonali, che cambiano a seconda delle  fasi della vita di una donna: adolescenza, età fertile e menopausa.

I disturbi mestruali, la menopausa, la pre-menopausa, la sindrome mestruale sono tutti momenti che influenzano e creano scompensi nell’organismo di una donna. Nel corpo femminile il testosterone agisce sul cervello, aumentando il desiderio sessuale e l’eccitazione mentale. Gli estrogeni, invece, esaltano la femminilità, rendono il corpo più attraente e quindi più predisposto alla riproduzione.

Se la libido è calata da un po’ è un segnale che il corpo sta cercando di avvisare che qualcosa non va e che forse dietro al problema vi è una disfunzione ormonale.

 Segnali di problemi ormonali

Molte donne credono di non doversi preoccupare dei loro ormoni fino alla menopausa, ma la verità è che gli ormoni cominciano a cambiare già all’età di vent’anni. DHEA e testosterone iniziano a diminuire. Il cortisolo, il principale ormone dello stress, può iniziare a salire e rubare spazio agli ormoni sessuali. Per alcune donne l'estrogeno e il progesterone possono diminuire, portando alla dominanza degli estrogeni. Può presentarsi un elevato testosterone (come con sindrome dell'ovaio policistico), o un basso testosterone (a seguito di stress eccessivo o invecchiamento) e anche problemi alla tiroide.  Il calo della libido, la scarsa energia, la difficoltà ad addormentarsi, i problemi cutanei come acne ed eczemi, e il gonfiore sono solitamente sintomi collegati ad un squilibrio ormonale.  

Cortisolo: è conosciuto come l’ormone dello stress, è prodotto dalle ghiandole surrenali e, in dosi adeguate, aiuta il sistema immunitario a combattere le infezioni, equilibra la concentrazione del glucosio nel sangue e sostiene la circolazione e la pressione sanguigna. Ma se raggiunge livelli troppo alti oltre a provocare ansia e insonnia fa crollare il desiderio sessuale.

Quando il cortisolo è in squilibrio potresti avvertire i seguenti sintomi: sensazione di sopraffazione, nervosismo, difficoltà ad addormentarsi, aumento del grasso intorno alla pancia o aumento del peso corporeo, eczemi. 

Estrogeno: è il principale ormone femminile, fa sì che il corpo femminile sviluppi seni e fianchi (in quantità eccessive negli uomini può portare a seni maschili e depositi di grassi estrogenici ai fianchi). Quando è in equilibrio con il suo contro-ormone, il progesterone, la pelle è liscia e levigata, gli stati d'animo sono generalmente stabili. Quando invece è in squilibrio i sintomi possono essere: ritenzione idrica, dolore al seno, emicrania, rapido aumento del peso corporeo, in particolare ai seni o ai fianchi, secchezza vaginale. 

Tiroide: quando la ghiandola tiroidea non funziona bene, ti senti piatta e affannosa. I capelli sono sottili e potresti avvertire: stanchezza, soprattutto la mattina, aumento del peso corporeo, depressione, mal di testa, perdita di capelli o diradamento, mani e piedi freddi, o freddolosità e stipsi. 

Testosterone: il testosterone è principalmente considerato l’ormone degli uomini, ma ha importanti funzioni anche per le donne. In termini di libido, il testosterone per le donne serve ad aumentare la risposta sessuale e gli orgasmi. Di conseguenza, il basso testosterone provoca una perdita di libido. Gli esperti dicono che la perdita di desiderio può essere direttamente correlata a bassi livelli di estrogeni, progesterone o testosterone. L'alto testosterone è anche una delle caratteristiche della sindrome dell'ovaio policistico. Ecco i segni di testosterone in squilibrio: acne, capelli grassi, ansia o depressione, stanchezza, perdita di tono muscolare, mestruazioni irregolari, infertilità. 

Gli ormoni sono i messaggeri del nostro corpo che condizionano molte attività dell’organismo, sono fondamentali affinché il corpo sia efficiente e aiutano a mantenere e a migliorare la salute fisica e mentale.

Per sostenere e aumentare il desiderio sessuale occorre equilibrare gli ormoni, meglio se in modo naturale.

I Rimedi Naturali per Sostenere l’Equilibrio Ormonale nella Donna

Studi e indagini etnobotaniche hanno indicato un gran numero di piante come afrodisiaci (3) Ecco l'elenco delle migliore erbe per riequilibrare gli ormoni e stimolare la libido. 

Tribulus terrestris: è una pianta vigorosa che può contribuire a stimolare la libido e a mantenere i livelli ormonali normali.

Epimedium biologico: i benefici dell'epimedium sono stati registrati per la prima volta nel 200 a.C. dai cinesi che considerano l'erba come uno degli afrodisiaci più efficaci. Il suo principio attivo primario è l’icariina, che rilassa i muscoli lisci. Il contenuto di flavonoidi stimola i nervi sensoriali, soprattutto nei genitali, e promuove l'eccitazione e il desiderio sessuale. L’Epimedium viene utilizzato anche per rinvigorire e l'Accademia cinese delle scienze lo consiglia per rallentare l'invecchiamento.

Ashwagandha biologico: è un'erba indiana che aiuta la salute riproduttiva femminile e il flusso sanguigno nel clitoride; l’ashwagandha è popolare tra le donne che cercano di accendere la passione e il desiderio sessuale. Può anche contribuire a ridurre gli ormoni dello stress e a promuovere l'equilibrio ormonale generale.

Avena Sativa biologica: contiene composti naturali che aiutano a supportare i livelli ormonali normali, i livelli di energia sani e la risposta sessuale.

Suma: spesso denominato ginseng sudamericano, la suma è un'erba usata per stimolare i livelli di energia e di resistenza. Alcune ricerche sostengono che abbia qualità afrodisiache. Promuove un piacevole stato d'animo, supporta una libido sana e sostiene l'equilibrio ormonale normale.

Maca biologica: supporta gli equilibri ormonali e il desiderio sessuale.

Tongkat ali: utilizzato da secoli in Malesia, accende il desiderio sessuale e aumenta la sensibilità nelle aree erogene della donna.

Muira Puama: è un piccolo albero originario dell'Amazzonia; la sua corteccia e le sue radici sono utilizzate dalle popolazioni indigene come terapia sessuale. E’ conosciuta per i suoi effetti afrodisiaci, perché aumenta il vigore e il desiderio sessuale.

Catuaba: gli indiani Tupi del Sudamerica preparano un tè afrodisiaco che stimola la libido e il desiderio sessuale e migliora l’umore. L'uso continuo della corteccia di catuaba è noto per creare sogni erotici e migliorare l'esperienza sessuale e l'orgasmo.

Shilajit: è uno dei componenti più importanti della medicina tradizionale indiana, composto da materiale vegetale organico che è stato compresso per centinaia di anni. Quando si concentra, è un potente estratto ricco di sostanze nutritive, antiossidanti, aminoacidi e acido fulvico. In Cina è considerato un tonico Jing che supporta l'energia sessuale e spirituale.

Questi rimedi, in sinergia tra di loro, costituiscono un eccellente sostegno per l’equilibrio ormonale e per stimolare la libido e il desiderio sessuale della donna.

 

Riferimenti:

  • (1) http://www.upenn.edu
  • (2) http://www.sessuologiaclinicaroma.it
  • (3) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Studies+Ashwagandha+sexual+libido+increase
Lascia un Commento