Change your language here!

Servizio gratuito numero


Sei Carente di Vitamina D ?

Molti non lo sanno ma la carenza di vitamina D è molto comune, si stima che in Italia l’80% della popolazione ne sia carenteLa carenza di vitamina D si verifica per cause diverse: di natura patologica, riconducibile ad una sindrome da malassorbimento, di natura fisiologica come la gravidanza, o per un’insufficiente esposizione al sole

La vitamina D, nonostante il nome, in realtà non è una vitamina ma è un ormone steroideo. Viene principalmente ottenuta tramite l’esposizione della pelle al sole, mentre i cibi naturali ne contengono relativamente poca. Una lieve carenza di vitamina D può causare stanchezza e dolori generali. Una grave mancanza può causare seri problemi come il rachitismo (nei bambini) e osteomalacia (negli adulti).

I Soggetti più a Rischio di Carenza di Vitamina D

Le persone che sono più a rischio di carenza di vitamina D sono le donne incinte o che allattano, i neonati e i bambini di età compresa tra 6 mesi e 5 anni, le persone di età superiore ai 65 anni e le persone che non si espongono molto al sole. È prevalente negli adulti di tutte le età che utilizzano sempre la protezione solare, che blocca la produzione di vitamina D o ne limita l’attività.

Sono a rischio di carenze anche le persone con pigmentazione della pelle alta (come quelli i cui antenati provengono da Africa, Medio Oriente o in India).

Secondo l'Università di Harvard, si stima che 1 miliardo di persone sono a basso contenuto di vitamina D. La carenze di vitamina D possono causare sintomi a breve termine e complicazioni a lungo termine. 

 

Perché Abbiamo Bisogno di Vitamina D?

La vitamina D svolge diverse funzioni importanti nel corpo. Lo scopo principale della vitamina D è quello di aiutare il calcio e il fosforo, presenti nella nostra dieta, ad essere assorbiti dall’intestino. Il calcio e il fosforo sono necessari per mantenere le ossa sane e forti, e per la crescita delle cellule riducendo l'infiammazione.

La vitamina D è importante anche per i muscoli e la salute generale. Esistono anche ricerche che suggeriscono che la vitamina D può anche aiutare a prevenire altre malattie, come il cancro, e malattie cardiache. Inoltre, migliora la funzionalità dell’insulina, ormone necessario a metabolizzare gli zuccheri, e risulta utile dunque per combattere il diabete di tipo II.

I medici sanno che la carenza di vitamina D può causare un alterato funzionamento del sistema immunitario, con un aumento del rischio di infezione, può causare il rachitismo, una condizione che si verifica più comunemente nei bambini, può provocare insulino-resistenza, che colpisce la sua capacità di utilizzare l'insulina per elaborare lo zucchero nel sangue, può essere la causa di ossa sottili o fragili, aumentando il rischio di osteoporosi.

Visto che la vitamina D circola e viene attivata non solo a livello epatico e renale ma in tutti i tessuti del corpo, dove avviene l'attivazione autocrina, e visto che la sua l'emivita è di circa 24 ore, è importante che questa venga assunta ogni giorno tramite esposizione solare, cibo o supplementi.

 

Quali Sono i Sintomi di Carenza di Vitamina D?

La carenza di vitamina D non sempre causa sintomi. Quando lo fa, alcuni dei sintomi possono includere:

  • difficoltà a concentrarsi;
  • dolore osseo;
  • frequenti fratture ossee;
  • debolezza muscolare;
  • stanchezza inspiegabile.

Molte persone non sviluppano sintomi fino a quando i loro livelli di vitamina D diventano molto bassi o sono stati bassi per molto tempo. Questo può rendere la condizione difficile da diagnosticare.   

 

7 Segni che vi indicano che potreste essere Carenti di Vitamina D

L'unico modo per sapere con certezza se si è carenti di vitamina D avviene tramite analisi del sangue. Tuttavia, ci sono alcuni segni e sintomi che possono indicare una carenza di vitamina D.

  1. Se sei depresso: bassi livelli di vitamina D circolanti sembrano essere associati a fenomeni depressivi. Un’adeguata l'esposizione alla luce solare, attiva la vitamina D, che sintetizzata e stimola la produzione di endorfine, serotonina e dopamina, tutti ormoni che apportano una sensazione di benessere. Ecco perché la vitamina D è strettamente correlata alla depressione. Uno studio di revisione del 2013, pubblicato sul British Journal of Psychiatry, ha analizzato più di 30.000 individui, trovando una correlazione forte tra carenza di vitamina D e un più alto tasso di depressione.

  2. Se sei sovrappeso, obeso o hai molta massa muscolare: la vitamina D, essendo liposolubile, viene “catturata” dal tessuto adiposo. Ecco che allora integrare la vitamina D può essere d’aiuto anche per perdere peso, poiché aiuta a smuovere tali depositi. Se sei in sovrappeso, probabilmente il tuo organismo necessita di più vitamina D rispetto a una persona più snella. Inoltre favorisce la produzione di leptina, che serve ad attenuare lo stimolo della fame, dando il giusto senso di sazietà. Oltre a diminuire la concentrazione di citochine che sono responsabili dell’aumento degli adipociti, con effetto dimagrante.

  3. Sei hai più di 50 anni: quando si invecchia la pelle non assimila più vitamina D in risposta all’ esposizione al sole. Allo stesso tempo, i reni diventano meno efficienti nel convertire la vitamina D nella forma utilizzata dal corpo e inoltre gli adulti più anziani stendono a rimanere più tempo in casa.

  4. Se soffri di problemi gastrointestinali: quando si soffre di problemi gastrointestinali, il corpo può non essere in grado di assorbire questa vitamina liposolubile e ciò può portare ad un basso livello di vitamina D nel corpo. I problemi gastrointestinali possono includere il morbo di Crohn, la celiachia e la sensibilità al glutine non celiaca, così come malattie infiammatorie intestinali.

  5. Se senti dolori alle ossa: la vitamina D è fondamentale per l’apparato scheletrico, poiché mantiene le ossa forti e sane, da un lato è necessaria alla loro formazione, dall’altro previene le fratture e l’osteoporosi. La vitamina D, infatti, stimola l’assorbimento di calcio e fosforo, oltre a favorirne il deposito. Secondo il Dr. Holick, molte persone a cui viene diagnosticata la fibromialgia, o sindrome della stanchezza cronica, presentano classici segni di carenza di vitamina D. Bassi livelli di vitamina D nel sangue provocano ipomineralizzazione e decalcificazione ossea, con conseguente rachitismo (nei bambini) e osteomalacia (negli adulti).

  6. Se sudi molto, soprattutto sulla testa: un basso livello di vitamina D nel corpo provoca sudorazione eccessiva, infatti uno dei primi segni di carenza di vitamina D è una testa sudata. Una sudorazione eccessiva nei neonati, determinata da irritabilità neuromuscolare, è sintomo precoce di carenza di vitamina D, questo perché la vitamina D regola la concentrazione di minerali e aiuta a equilibrare i fluidi del corpo, contribuendo a regolare la temperatura corporea.

  7. Se hai la carnagione scura: la pigmentazione della nostra pelle agisce come un filtro naturale, quindi più pigmento si ha, più tempo sarà necessario passare al sole per rendere adeguate le quantità di vitamina D.

Come Migliorare la carenza di vitamina D?

  • Consumare alimenti che sono naturalmente ricchi di vitamina D, come: olio di fegato di merluzzo, pesci grassi, come salmone e aringhe, tuorli d'uovo, carni rosse, funghi e verdure verdi.
  • Uscire all’aria aperta, al sole senza protezione solare per 20 minuti ogni giorno.
  • Assumere ogni giorno integratore alimentare di vitamina D di tipo liposomiale, che ha un’elevata biodisponibilità rispetto ai classici integratori.

 

Cosa sono i Liposomi?

Sono piccole vescicole costituite da fosfolipidi naturali, lo stesso materiale delle membrane cellulari di cui è fatto il nostro corpo. A causa della loro struttura, queste vescicole sono in grado di trasportare i nutrienti all'interno delle cellule e di consentire loro di bypassare il processo digestivo, che spesso porta alla degradazione o all'assorbimento limitato. Questa incredibile tecnologia funziona grazie a questo fenomeno naturale.

Cos’ha di particolare questa forma? Essa permette di raggiungere concentrazioni ematiche e plasmatiche di vitamina del tutto comparabili a quelle raggiungibili per via endovenosa. Infatti le vescicole passano indenni il sistema gastrico e raggiungono il circolo sanguigno: qui le membrane lipidiche si aprono rilasciando il contenuto, di conseguenza, si ha un assorbimento dei nutrienti direttamente nelle cellule, perciò il nostro suggerimento sarebbe di usare la vitamina D3 liposomiale.

2 pensieri su “Sei Carente di Vitamina D ?”

  • Raffaella biagini
    Raffaella biagini aprile 7, 2017 alle 10:08 pm

    Lo avevo gia' letto questo interessant argomento e so quanto sia difficile fissare nel corpo la vitamina d concludendo quale prodotto e' indicato anche come prevenzione? Grazie Raffaella

    Replica
    • Patricia De Souza
      Patricia De Souza aprile 10, 2017 alle 11:28 am

      si va bene anche come prevenzione, perché la permanenza della vitamina D nel corpo dura circa 24 ore.Nel nostro negozio trova la Vitamina D3 liposomiale

      Replica
Lascia un Commento