it en
Change your language here!

Disidratazione Cronica ed Effetti sulla Salute

L'acqua è un liquido fondamentale per la vita, necessaria al corpo per l'assorbimento di sostanze nutritive, per l'eliminazione delle tossine e per svolgere vari processi chimici nel corpo, è quindi indispensabile per la vita e per la nostra salute.

Nonostante l’acqua sia così fondamentale per la nostra sopravvivenza, la maggior parte delle persone non consuma una quantità sufficiente. Molti credono che la disidratazione accada solo ai viaggiatori nel deserto quando esauriscono l'acqua.

Con il tempo l’abitudine a non bere acqua a sufficienza crea una forma cronica di disidratazione che porta ad una serie di problemi di salute. È vero che il corpo ha la capacità di purificarsi, però la mancanza di acqua può complicare questo compito e, allo stesso tempo, aumenta i livelli di tossine. Di conseguenza aumenta il livello infiammatorio, aumenta il rischio di malattia cronica e si manifesta una serie di sintomi che influenzano la qualità della vita. La disidratazione cronica è oggi molto diffusa e colpisce tutti coloro che non bevono abbastanza acqua.

Come Faccio a Sapere se Sono Disidratato?  

Se hai uno o più di seguenti sintomi è probabile che tu sia disidratato.

Essere senza energia, senza forza: la disidratazione dei tessuti rallenta l'attività enzimatica. Il 90% del plasma sanguigno è composto da acqua. Con bassi livelli di questo liquido il cuore ha problemi a pompare il sangue e a diffondere l'ossigeno ad ogni cellula del corpo. Per questo motivo, i livelli di energia scendono e la persona ha difficoltà a raggiungere un buon stato fisico e mentale.

Disturbi digestivi: senza una corretta idratazione, la secrezione di succhi digestivi diminuisce, causando acidità di stomaco (4).

Stipsi o stitichezza: la stipsi si verifica quando il colon assorbe troppa acqua per darne ad altre parti del corpo. Poiché una delle funzioni del colon è di riassorbire l’acqua presente al suo interno, bere poca acqua determina un maggior riassorbimento d’acqua con indurimento delle feci e, di conseguenza, stipsi (5).

Pressione sanguigna alta e bassa: il volume del sangue non è sufficiente per riempire completamente le arterie, le vene e i capillari.

Malattie respiratorie: le mucose dell’apparato respiratorio sono leggermente umide per proteggere il tratto respiratorio da sostanze che potrebbero essere presenti nell'aria.

Squilibrio acido-alcalino: la disidratazione attiva un rallentamento enzimatico che produce acidificazione.

Peso eccessivo e obesità: la mancanza di liquidi nel corpo aumenta la sensazione di fame, cosi tendiamo a mangiare di più perché abbiamo bisogno di cibi ricchi di acqua. Senza acqua il corpo digerisce gli alimenti lentamente, causando un significativo aumento di peso corporeo.

 Problemi renali: i reni sono gli organi responsabili del filtraggio dei rifiuti e della produzione di urina, sono una parte molto importante per la salute che dipende dall'acqua. Gli individui che si disidratano hanno livelli elevati di tossine nel sangue, tendono a soffrire di ritenzione idrica e gonfiori. La disidratazione aumenta il rischio di infezione nel tratto urinario e anche il rischio di calcoli renali (6).

Cistite, infezioni urinarie: se le tossine contenute nelle urine non sono sufficientemente diluite, attaccano le mucose urinarie. (1)

Invecchiamento precoce: il corpo di un neonato è composto dall’ 80% di liquidi e questa percentuale continua a diminuire con l'età. Un corpo disidratato appare vecchio (2).

Secchezza della bocca e della pelle: la disidratazione è una condizione visibile, le labbra appariranno opache e asciutte. Il delicato strato di pelle che copre le labbra si asciuga e può spaccarsi. Anche se ci sono prodotti per idratare le labbra, è importante idratarle dall'interno al fine di prevenirne la secchezza.

Eczema: il corpo ha bisogno di sufficiente umidità per sudare, in modo da diluire le tossine e non irritare la pelle.

Reumatismi: la disidratazione aumenta la concentrazione di tossine nel sangue e nei liquidi cellulari e il dolore aumenta proporzionalmente alla concentrazione delle tossine (7).

Dolori articolari: si stima che l'80% della cartilagine sia composta da acqua e quando il corpo è disidratato le articolazioni sono direttamente compromesse.Una persona disidratata ha molte probabilità di soffrire di artrite e di altre condizioni infiammatorie. La disidratazione può anche interessare i dischi della colonna vertebrale (2).

Colesterolo alto: la disidratazione rimuove i liquidi dall'interno delle cellule, il corpo tenta di fermare questa perdita producendo più colesterolo.

Diminuzione della massa muscolare: i muscoli hanno bisogno di acqua per assorbire adeguatamente i nutrienti e rimanere forti. Un corpo disidratato può perdere una quantità significativa di massa muscolare. Senza acqua i muscoli diventano flaccidi e c'è il rischio di danneggiarli (3).

Alitosi: la saliva ha importanti proprietà antibatteriche, quando si è disidratati la diminuzione della saliva in bocca consente ai batteri di prosperare, causando l’alitosi.

Disidratazione Acuta e Cronica

La perdita acuta dell'acqua si verifica in un breve periodo di tempo, come per esempio in casi di vomito e diarrea associata a malattie, esercizio fisico, o altre situazioni che causano la perdita di liquidi.

La disidratazione cronica è meno evidente e molto più diffusa. Si verifica quando piccole quantità di acqua non vengono sostituite nel corpo giorno dopo giorno. Il corpo ridistribuisce e regola la quantità di acqua disponibile e, quando il corpo è disidratato, l'acqua disponibile viene razionata e utilizzata quando è più necessario. Il razionamento dell'acqua consente al corpo di fornire acqua per funzioni critiche e urgenti, nel frattempo quelle meno critiche vengono messe in attesa. Ciò provoca sintomi che talvolta vengono scambiati per malattie.Ad esempio, l'alta pressione sanguigna, l'artrite, l'asma, le allergie, i disturbi digestivi e il reflusso acido sono solo alcune delle condizioni che indicano una quantità d'acqua non adeguata nel corpo.

 

Bere Acqua e Non Solo

Ora che sei consapevole di alcuni degli effetti della disidratazione, aumenta il consumo di acqua perché una corretta idratazione è il modo più semplice ed efficace per mantenere in salute tutti gli organi del corpo.

Meglio evitare di bere acqua del rubinetto, in quanto spesso contiene metalli pesanti e cloro che possono avere effetti negativi sulla salute. Si può installare un filtro dell'acqua in casa per evitare contaminanti nocivi.

Per migliorare l’idratazione delle cellule oltre a bere la corretta quantità d’acqua, può essere utile utilizzare integratori a base di ossigeno che favorisce l’idratazione a livello cellulare.

 

 

Riferimenti:

  • (1) http://www.nature.com/ejcn/journal/v57/n2s/full/1601902a.html?foxtrotcallback=true
  • (2) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3105115/
  • (3) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4755996/
  • (4) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3105115/
  • (5) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14681719
  • (6) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26088040
  • (7) http://www.ehealthme.com/cs/rheumatoid-arthritis/dehydration/
Lascia un Commento