Change your language here!

Servizio gratuito numero


Erbe e rimedi naturali per l'insonnia

Il sonno è una delle esperienze più profondamente curative e rivitalizzanti per il corpo umano. Dormire la notte, consente non solo al nostro corpo di stare bene, ma anche al nostro umore.

L'insonnia, ovvero la mancanza di sonno e quindi di riposo, rappresenta un problema molto diffuso, che tocca percentuali molto alte della popolazione, in momenti differenti della loro vita. Le statistiche riportano che un quinto degli adulti e la metà degli anziani hanno difficoltà ad addormentarsi. Il disturbo del sonno più diffuso è senza dubbio l'insonnia cronica, che colpisce il 15% degli adulti.

Oggi l'insonnia è riconosciuta come una malattia, conseguenza di una grande varietà di fattori causali, tra cui disturbi emotivi, sconvolgimenti, squilibri fisici, dieta, età, fattori ambientali e una componente genetica.

Molte persone affette da disturbi del sonno, presentano una componente emotiva e della vita che accompagna la loro malattia. Queste potrebbero includere la perdita di una persona cara o un divorzio, rumori molesti e insoliti durante la notte, come i cani che abbaiano o le sirene, i ritmi biologici che cambiano, come per esempio l'orario di lavoro. Da non trascurare poi, fattori stimolanti come le intoleranze alimentari o anche il caffè, che contribuiscono e intensificano l'insonnia.

L'insonnia può essere causata da uno squilibrio legato ai neurotrasmettitori. I neurotrasmettitori sono sostanze chimiche che permettono agli impulsi nervosi di viaggiare da una cellula nervosa ad un altro. Questi comprendono la serotonina, l'acetilcolina, la GABA e gli ormoni sessuali testosterone e estrogeno.

Disturbi del sonno e malattie come la depressione sono legati in particolare ad uno squilibrio della produzione di serotonina. La serotonina è prodotta dal corpo dall'ammino triplofano. Erbe e alimenti ad alto contenuto di triptofano, aiutano a ripristinare adeguati livelli di serotonina nel cervello. Tra questi segnaliamo la quinoa, la spirulina e i prodotti di soia.

Il trattamento olistico per l'insonnia comprende molte tecniche, tra cui medicinali a base di erbe, integratori vitaminici e minerali, oltre a cambiamenti nello stile di vita, massaggi, igiene del sonno, terapie comportamentali, meditazione, dieta, esercizio fisico, ipnosi, agopuntura, rilassamento, immagini guidate e omeopatia.

Un approccio terapeutico mira a escludere tutte le potenziali cause dell'insonnia piuttosto che semplicemente fornire sollievo sintomatico.

Ecco Alcuni Importanti Modi Pratici per Migliorare il Sonno:

1- Eliminare i carboidrati

La più comune causa, e la più economica soluzione, potrebbe rivelarsi in una intolleranza ai carboidrati. Molte persone inconsapevolmente soffrono di insulino-resistenza (una condizione pre-diabetica) e ogni volta che consumano un carboidrato (pane, pasta, riso, pizza, dolce, biscotto, cereale, frutto...) si innalzano troppo i livelli di cortisolo, creando uno squilibrio metabolico, che spesso si trasforma in stanchezza surrenale e molti altri disagi.

Ti invito a leggere questo articolo per avere i primi miglioramenti in sole 2 settimane con la dieta TWT:  https://www.fitoplus.com/blog/la-troppo-comune-intolleranza-ai-carboidrati-ed-il-test-dietetico/

2- Igiene del sonno

Cercare di svegliarsi sempre alla stessa ora ogni mattina, a prescindere dalle ore di sonno che sono state fatte la notte precedente, aiuta ad impostare l'orologio biologico.
L'esercizio fisico regolare aiuta il sonno, tuttavia questo deve essere effettuato non oltre le tre-quattro ore prima di andare a letto.

Disporre la camera da letto in modo che risulti un ambiente confortevole. Isolarla contro il suono e la luce, usando tappeti e tende. In alcuni casi, anche i tappi per le orecchie e le mascherine per gli occhi possono essere utili.
Mantenere la stanza sempre ad una temperatura fresca e costante. Il caldo eccessivo disturba il sonno.

Evitate di bere troppo, prima di andare a dormire, così da ridurre al minimo la necessità di andare in bagno e quindi di svegliarsi durante la notte. Se bere una piccola quantità di liquidi non crea problemi, come quello elencato in precedenza, allora è possibile assumere una bevanda calda prima di andare a dormire: latte, latte di riso o di soia, per conciliare il sonno.

Evitare l'alcool, il tabacco e le bevande a base di caffeina, soprattutto la sera. E' opportuno dire che, sebbene l'alcol può aiutare la persona ad addormentarsi, provoca comunque una frammentazione del sonno durante tutta la notte.

Evitare di concentrarsi a pensare ad eventuali problemi familiari o di lavoro, prima di andare a dormire, per evitare così di minare la tranquillità, creando agitazione. Se il sonno non arriva, evitate di arrabbiarvi. In tal caso è opportuno alzarsi dal letto, lasciare la stanza e impegnarsi in un'altra attività come per esempio la lettura.

Evitate di avere a portata di mano un orologio, nel caso non riusciate ad addormentarvi, perché controllare continuamente l'orario crea ansia e non vi consentirà di addormentarvi. Spegnete il telefono e provate qualche tecnica di rilassamento, come per esempio lo yoga, la meditazione.

Erbe per il Sonno

In natura ci sono alcune erbe che conciliano il sonno. Queste possono essere utilizzate durante il giorno regolarmente, oppure mezz'ora prima di andare a dormire.

Camomilla (Anthemis nobilis): La camomilla è un'erba sedativa che può essere utilizzata regolarmente e senza controndicazioni sia dai bambini che dagli adulti. L'infuso di camomilla è comunemente usato in Europa, Sud America e Messico per combattere l'insonnia, l'irrequietezza e l'irritabilità, in particolare nei bambini.

L'olio di camomilla può anche essere messo all'interno dell'acqua preparata per fare il bagno. Bastano 5-6 gocce per creare un effetto calmante. Diluiti al 2%, diventa un ottimo olio da massaggio o può essere utilizzata per essere inalata.

Luppolo (Humulus lupulus): Nei primi anni del 1900, diversi medici usavano il luppolo come sedativo, in maniera specifica per combattere l'insonnia causa principalmente della preoccupazione. Il luppolo, una componente aromatica importante della birra, ha una lunga storia legata all'utilizzo mirato a contrastare l'insonnia e il nervosismo.

Lavanda (LAVANDULA OFFICINALIS): La lavanda è un tonico per il sistema nervoso. Alcune gocce di olio di lavanda aggiunte all'acqua preparata per un bagno caldo prima di coricarsi, sono consigliate per le persone che presentano disturbi del sonno. Inoltre, l'olio può essere usato anche per effettuare dei massaggio o semplicemente inalato.

Fiori della Passione (PASSIFLORA INCARNATA): Gli erboristi considerano il fiore della passione, un'erba importante per combattere l'insonnia causata dalle preoccupazione mentali, dallo stress o da problemi legati all'esaurimento nervoso. In Inghilterra il fiore della passione è uno degli ingrediente presenti in quaranta diverse preparazioni sedative comunemente vendute in commercio. Il fiore della passione viene utilizzato quando siamo in presenza di problemi di sonno di entità minore, indistintamente sia nei bambini che negli adulti. Rappresenta un ottimo sedativo, perché non presenta effetti collaterali, anche se usato in dosi massicce.

Valeriana (VALERIANA OFFICINALIS): Negli Stati Uniti, gli erboristi utilizzano ampiamente la valeriana per la sua azione sedativa contro insonnia, nervosismo e inquietudine. La valeriana è consigliata per coloro che hanno difficoltà ad addormentarsi, perché favorisce appunto il sonno, e riduce la veglia notturna. La valeriana è un eccellente sedativo che non presenta nessun effetto collaterale negativo, come invece accade per esempio con il Valium e gli altri sedativi sintetici, e questo perché è semplicemente a base di erbe. Funziona molto bene combinata con altre erbe sedative, come per esempio il papavero della California, il cranio, il luppolo e il fiore della passione.

Lattuga Selvatica (LACTUCA VIROSA): La lattuga selvatica è un sedativo lieve. Essa può essere trovata in diverse formule studiate per il trattamento dell'insonnia acuta e cronica. Viene usato come rimedio omeopatico per l'irrequietezza e l'insonnia. Essendo un prodotto molto sicuro e dagli effetti calmanti, la lattuga selvatica è un buon rimedio da utilizzare anche per bambini.

Papavero Californiano (ESCHSCHOLZIA CALIFORNICA): Il papavero della California è un sedativo naturale che promuove il sonno, e che può essere trovato attualmente in una varietà di rimedi erboristici venduti principalmente negli Stati Uniti. Esso promuovere il sonno, aiuta a rilassarsi e ad alleviare l'ansia. A causa delle sue proprietà sedative e analgesiche in misura tollerabile anche per i bambini, può essere somministrato con grande sicurezza anche a loro. I test clinici e di laboratorio sul papavero della California hanno chiaramente dimostrato le proprietà sedative e anti-ansia, ed è stato dimostrato anche che può migliorare la qualità del sonno.

Kava Kava (PIPER METHYSTICUM): La Kava è la bevanda nazionale delle isole Figi, ed è popolare in tutto il Mar Morto. Fornisce una sensazione di calma e rilassa tutto il corpo. Questa erba sedativa è spesso utilizzata per insonnia e alleviare la fatica.

Wort di San Giovanni (HYPERICUM PERFORATUM): Questa comune che presenta una fioritura di colore giallo, dall'Europa sta rapidamente espandendosi, diventando una parte importante delle terapie che si basano sulle erbe moderne. Ha una lunga storia legata al suo utilizzo, che risale agli antichi greci. Studi scientifici moderni dimostrano che può contribuire ad alleviare l'insonnia cronica e la depressione lieve, quando queste patologie sono legate a certi squilibri del cervello. L'utilizzo di questa erba può portare la pelle ad essere maggiormente sensibile alla luce solere, per questo è opportuno che nel momento in cui si assume una dose completa, si eviti il contatto diretto della pelle con i raggi del sole.

Melatonina: La melatonina è un ormone umano, ormai sempre più popolare come supplemento che consente di avere un sonno sano, specialmente in persone che viaggiano molto, e quindi sono soggette al fuso orario, e a continui sbalzi climatici.

Questo prodotto, quindi, riscuote un successo importante sul mercato, e sono tante le persone che trovano reali vantaggi dal suo utilizzo. C'è da sottolineare, però, che ci sono anche tante altre persone, che una volta utilizzata la melatonina, non hanno riscontrato gli effetti sperati, e addirittura una percentuale minore di utenti presenta durante il suo utilizzo, effetti collaterali come nervosismo, oltre all'aumento dell'insonnia stessa.

Per approfondimenti leggere questo articolo:
https://www.fitoplus.com/blog/assumere-melatonina-e-veramente-sicura-per-la-salute/

Lascia un Commento