it en
Change your language here!

10 Cibi in Natura Ricchi di Vitamina D3

Sono tanti gli alimenti che si trovano in commercio a cui viene aggiunta Vitamina D, in forma sintetica, mentre i cibi che in natura contengono la stessa vitamina sono in numero esiguo.

Normalmente il corpo umano produce in maniera autonoma la vitamina D. L'esposizione ai raggi solari diventa indispensabile per far si che si inneschi nel nostro corpo la produzione di vitamina D.

Oggi, però, sempre più persone trascorrono tante ore chiuse in casa, limitando così l'esposizione al sole. Questa cosa può rappresentare una delle cause principali di molti disturbi, inclusa una fragilità ossea, o un umore basso, che è la conseguenza di uno stato di depressione che va ad innescarsi nel nostro corpo.

Con l'avanzare dell'età, le ossa possono diventare più fragili, e anche se non si può tornare giovani si può combattere questo problema con una buona alimentazione La vitamina D, in tal senso, aiuta moltissimo perché consente di mantenere una densità ossea e di conseguenza una resistenza delle stesse.

I 10 Cibi in Natura Ricchi di Vitamina D

Funghi Shiitake

I funghi shiitake, il cui nome scientifico è “Lentinula edodes”, una volta essiccati sono ricchi di vitamina D, oltre a contenere vitamine B1 e B2. E' un fungo di origine asiatica, diffuso soprattutto in Giappone e in Cina, ed è considerato il secondo fungo commestibile più consumato nel mondo. Per trarre il massimo vantaggio dall'elevato contenuto di vitamina D, bisogna assicurarsi di trovare in commercio i funghi che sono stati essiccati al sole, non con procedure artificiali.

Sgombro

Una porzione di 85 grammi di sgombro, pesce ricco di omega-3, consentirà di assumere il 90% della dose giornaliera raccomandata di vitamina D. La FDA raccomanda, per esemoio, agli americani di mangiare pesce grasso per fornire il giusto apporto di acidi grassi essenziali omega-3 (EFA) al corpo.

Salmone di Sockeye (Salmone rosso)

Una piccola porzione di circa 85 grammi di salmone rosso cotto, vi darà il 90% della razione raccomandata di vitamina D. Ovviamente è opportuno propendere per l'acquisto di salmone rosso non allevato, ma selvatico. Il salmone Sockeye è fra le più piccole delle sette specie di salmone presenti nel Pacifico, ma la sua succulenta carne di color arancione è tra le più apprezzate non solo per il sapore, ma appunto anche perché è una fonte importante di vitamina D.

Aringhe

Anche l'aringa contiene un'alta quantità di vitamina D, e può essere integrata all'interno di un'alimentazione quotidiana, per poter consentire al corpo di ricevere il giusto apporto di questa vitamina.

Sardine

Le sardine sono una delle migliori fonti di vitamina D. Una piccola scatoletta di sardine vi fornirà circa il 101% del fabbisogno quotidiano di vitamina D. Le sardine sono anche una grande fonte di vitamina B-12, acidi grassi omega-3, proteine e selenio.

Pesce gatto

Il pesce gatto è un pesce d'acqua dolce che ha l'abitudine di nutrirsi degli organismi minuscoli che utilizzano la luce solare per produrre vitamina D. Di conseguenza la sua carne è ricca di questa vitamina, e quindi è consigliato nell'alimentazione dell'uomo.

Tonno

Alcuni studi sull'alimentazione e la nutrizione umana, hanno evidenziato come assumere 170 grammi di tonno ogni giorno, consente di ottenere il 50% del fabbisogno di vitamina D. Il tonno fresco, poi, ha valori nutritivi maggiori rispetto a quello confezionato e venduto dalla grande distribuzione. Questi pesci forniscono al corpo i cosiddetti “grassi buoni”, gli omega 3, che supportano la memoria e le funzioni del cervello, ma attenzione, sono purtroppo ricchi di mercurio a causa dell’inquinamento!

Olio di Fegato di Merluzzo

L'olio di fegato di merluzzo è ricco di vitamina D. Pur non avendo un sapore che incontra il gusto di tutti, solo un cucchiaino può offrire il 113% del fabbisogno quotidiano di vitamina D. Questo olio è anche ricco di acidi grassi omega-3. Inserire questo olio nella vostra dieta consentirà di avere ossa sempre più resistenti. Alcuni esperti medici raccomandano di assumere la vitamina D per migliorare la funzione del cervello e ottimizzare la funzione del sistema nervoso.

Uova

Le uova contengono vitamina D in piccole quantità. Mangiare un uovo fornirà circa il 21% del vostro fabbisogno quotidiano. Quando è possibile è meglio consumare uova biologiche, rispetto a quelle che si trovano al supermercato.

Luce del sole

Non è sicuramente un alimento, ma l'esposizione giornaliera al sole può aumentare seriamente i livelli di vitamina D. Infatti, questa vitamina è spesso chiamata "vitamina del sole". Quando la luce solare colpisce la pelle, stimola la produzione di vitamina D. Questa è una grande notizia per coloro che possono quotidianamente esporsi al sole, ma per quelli che non possono, è necessario quindi aumentare l'assunzione di cibi che contengono naturalmente vitamina D.

 

6 Benefici della Vitamina D per la Salute

Ci sono tanti motivi per aggiungere alimenti che contengono vitamina D nella vostra dieta. I benefici per la salute sono tanti e tra questi ne elenchiamo sei molto importanti:

  1. Supporta l'assorbimento di calcio nell'intestino.
  2. Mantiene i denti sani e capelli forti e folti.
  3. Regola la crescita cellulare e l'attività delle cellule sane.
  4. Riduce l'irritazione e il gonfiore sistemico.
  5. Promuove la salute delle ossa.
  6. Le donne in menopausa e gli uomini di etnia afro-americani, possono trarre il massimo vantaggio dell'assunzione di vitamina D.

Per le persone che seguono un'alimentazione vegetariana e quindi non mangiano pesce, potranno comunque avere gli stessi vantaggi, integrando la vitamina D con un supplemento. Ovviamente i risultati possono variare da persona a persona, ed è opportuno che in questo caso ci si faccia seguire da un medico specialista.

Lascia un Commento