Change your language here!

Servizio gratuito numero


Assumere Melatonina è Veramente Sicura per la Salute?

Sappiamo tutti che dormire bene è fondamentale per il nostro benessere e la nostra salute in generale.  È così importante che nel 2008 è stata istituita dalla World Association of Sleep Medicine la giornata mondiale del sonno, il 17 marzo appunto.  Ha lo scopo di sensibilizzare le persone sui disturbi del sonno e sui relativi costi sociali.  

I disturbi del sonno sono molto comuni, ma spesso sottovalutati. L’insonnia è una condizione che, se diventa cronica, può comportare problemi di salute piuttosto seri. 

In Italia l’Associazione Italiana di Medicina del Sonno (AIMS), in collaborazione con i Medici di Medicina Generale, ha condotto un’importante indagine, denominata "Progetto Morfeo”, con l’obiettivo di ottenere informazioni sull’insonnia nei pazienti che si recavano presso gli ambulatori dei medici di famiglia. Su un campione di 3200 soggetti adulti, il 64% riportava problemi di  insonnia e, tra questi, circa il 40% aveva anche sintomi diurni in associazione a quelli notturni.

L’insonnia sembra colpire maggiormente le donne rispetto agli uomini e i pensionati/disoccupati rispetto a coloro che svolgono una regolare attività lavorativa. Le categorie più insonni sono le insegnanti, le casalinghe, i manager e gli impiegati. 

Secondo un sondaggio dell’Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico), 9 milioni di italiani soffrono di insonnia cronica e oltre il 45% della popolazione soffre di insonnia acuta o transitoria.  

“La difficoltà legata ai disturbi del sonno - afferma Paola Vinciguerra, psicologa, psicoterapeuta e presidente dell'Eurodap -  è rappresentata da un difficile addormentamento o da risvegli, frequenti o precoci, sintomi assolutamente da non sottovalutare. Questi rappresentano chiaramente che a livello emotivo siamo in allarme, siamo minacciati e, a lungo andare, questi sintomi possono avere effetti rilevanti su stato fisico e psicologico, possono creare problemi nella sfera lavorativa, sociale e relazionale". 

Equilibrio Sonno-Veglia 

Il ritmo sonno-veglia è gestito dalla ghiandola pineale dell’apparato endocrino, situata nell’encefalo. Questa ghiandola è collegata ai sogni e le sue cellule producono l’ormone melatonina, stimolata dalla mancanza di luce. Man mano che la notte si fa buia, cresce la concentrazione di melatonina nel sangue, raggiungendo il picco tra le due e le quattro del mattino, inducendo sonnolenza. Con lo spuntare della luce del sole, invece, il rilascio di melatonina è inibito.  

La Melatonina sotto forma di Integratore: quali i Rischi per la nostra Salute?

Un regolare livello di melatonina è fondamentale per la salute.Come accennato sopra, la melatonina è un ormone correlato ai cicli del sonno e svolge numerose funzioni fisiologiche, ma gli integratori di melatonina non sempre sono una soluzione sicura, naturale ed efficace per l'insonnia, secondo il Dr. Michael Breus, psicologo clinico ed esperto in disturbi del sonno. (1) Perché?

In primis perché gli integratori di melatonina sono terapie ormonali. La terapia ormonale è un argomento molto complesso e si ripercuote con conseguenze dannose per la salute se usata in modo sconsiderato.  

Il Dr. Breus spiega che l'insonnia non è causata da una carenza di melatonina e la melatonina non è un ormone del sonno. In realtà, la melatonina viene prodotta in presenza di oscurità e accade solo di correlarsi con i cicli del sonno.

La melatonina non aumenta il sonno o la necessità di dormire, essa è un regolatore dell'orologio del sonno e del corpo e NON un attivatore del sonno, in realtà informa il cervello quando è il momento di dormire.

Può essere una soluzione veloce per una notte insonnejet lag. Ma non è una soluzione a lungo termine che possa rendere il corpo in grado di produrre più melatonina. 

Gli effetti collaterali della melatonina includono: aumento o diminuzione della frequenza cardiaca, nausea o altri problemi gastrointestinali, abbassamento della temperatura corporea e mal di testa. Alcune persone hanno riportato anche confusione mentale e cambiamenti dell'umore. Gli effetti collaterali da melatonina sono di solito temporanei e fortunatamente scompaiono dopo l'uso.

Inoltre la melatonina può produrre offuscamento mentale, quindi coloro che soffrono di qualsiasi tipo di depressione o disturbi psicologici non dovrebbero assumere la melatonina in dosi elevate, in quanto essa può amplificare questi disturbi. Anche gli incubi sono uno dei possibili effetti della melatonina.

La Melatonina presa a Lungo Termine potrebbe Ingrassare 

Secondo uno studio americano condotto dalla FDA, le persone con disordini del sonno che fanno uso della melatonina aumentano di peso (2)

L'aumento di peso si riscontra nelle persone che prendono la melatonina, soprattutto nelle donne, over 60, che hanno assunto l'integratore per 1 - 6 mesi e il farmaco Lyrica e che hanno disordini del sonno.  

Dopo un uso prolungato, uno degli effetti della melatonina potrebbe essere il cattivo funzionamento della ghiandola pineale. Questa è la ghiandola responsabile della produzione di melatonina nel corpo con l’utilizzo dell'aminoacido triptofano. Uno degli effetti collaterali di un uso eccessivo di melatonina potrebbe essere una significativa diminuzione della capacità della ghiandola pineale di secernere la melatonina. (3) Se si sospetta la presenza di effetti collaterali della melatonina, interrompere l'uso per un certo tempo. È meglio diminuire gradualmente il dosaggio piuttosto che interrompere completamente, in quanto questo può portare ad un forte episodio di insonnia.

Attenzione ai farmaci

Le persone che hanno la pressione sanguigna alta devono evitare di assumere la melatonina in quanto può interagire con alcuni dei farmaci usati per controllare l'alta pressione e limitarne l'efficacia. È sconsigliata anche a chi usa farmaci anticoagulanti. Si consiglia di parlare con il medico nel caso di pressione alta, di uso di farmaci per la fluidificazione del sangue, di sedativi o tranquillanti.

Cosa posso fare per dormire meglio? Ecco tre modi naturali per aumentare i livelli di melatonina:  

Il minerale che alimenta la melatonina: uno dei modi più semplici per sostenere la capacità del tuo corpo di produrre la melatonina consiste nell’ integrazione con il Magnesio, meglio in forma pico ionica, contraddistinta da un assorbimento cellulare migliore. 

Esporsi più alla luce del sole: esporsi alla luce solare di giorno può aiutare a produrre più melatonina di notte.

Alla sera spegni smartphone, tablet e apparecchi elettronici vari: la melatonina reagisce all'esposizione della luce. Quindi più luce vedi, meno melatonina crea il tuo corpo. Le ricerche dimostrano che la visualizzazione di uno schermo sulla sua impostazione più luminosa può impedire al corpo di rilasciare la melatonina. (4) Le lunghezze d'onda bianche e blu sono le principali colpevoli. La soluzione più semplice è evitare l'uso dell'elettronica prima di andare a letto.

 E se l’insonnia non ti dà tregua?

Studi e ricerche confermano un nuovo ed efficace metodo naturale per l’insonnia. Nel prossimo articolo approfondiremo meglio quest’argomento tanto importante per la salute!

 

Referenze

  • (1) https://www.thesleepdoctor.com
    (2) http://www.ehealthme.com/ds/melatonin/weight%20gain 
  • (3) http://www.melatoninsideeffects.org/side-effects-from-melatonin
  • (4) http://www.scientificamerican.com/article/bright-screens-could-delay-bedtime/

2 pensieri su “Assumere Melatonina è Veramente Sicura per la Salute?”

  • Filippo todaro

    Carissimo,
    L'articolo sulla melatonina contiene punti di vista errati e superati. Il riferimento assoluto sul tema é il dr. Walter Pierpaoli che spiega molto chiatamente a cosa serve, come si prende e la formulazione a rilascio con picco notturno.
    Un caro saluto.
    Filippo

    Replica
    • Patricia De Souza
      Patricia De Souza maggio 24, 2017 alle 12:10 pm

      Salve Filippo,

      grazie per il suo intervento. Abbiamo preso del tempo per fare ulteriori ricerche e approfondimenti sul quanto lei ha commentato.
      Il nostro articolo è abbastanza in linea con le considerazioni del Dr. Pierpaoli che dice in un'intervista sul suo sito:
      "oggi, dopo tanti studi, esperimenti e pubblicazioni, la mia convinzione è che il ruolo della melatonina sia unicamente quello di mantenere integra la funzione della pineale. In altre parole, la melatonina, di per sé, esplica probabilmente soltanto un'azione indiretta sull'orologio della vita."

      Noi abbiamo scritto che la melatonina è correlata ai cicli del sonno e svolge numerose funzioni fisiologiche, essa è un regolatore dell'orologio del sonno e del corpo e NON un attivatore del sonno, in realtà informa il cervello quando è il momento di dormire.

      Quanto scritto nel nostro articolo “ In realtà, la melatonina viene prodotta in presenza di oscurità e accade solo di correlarsi con i cicli del sonno.”
      Siamo d’accordo sulla l’affermazione del Dr. Pierpaolo "La periodicità ormonale giorno-notte o luce-buio pilotata dalla ghiandola pineale è quindi la base della vita e della salute"

      Quello che non abbiamo menzionato sono i benefici della melatonina, in quanto l’articolo era centrato sui pericoli degli integratori presi con troppa leggerezza. Ma sappiamo che la melatonina, può essere d’aiuto per alcune persone, ma non sapevamo del lavoro del dott.Pierpaoli e del dott. Bellipanni, e di questo la ringraziamo. :)
      La melatonina può contribuire alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno e alleviare in caso di jet lag, potrebbe aiutare i più anziani perché essi producono meno melatonina, avere un effetto antitumorale ed altri benefici secondo gli studi del dott.Giulio Bellipanni.
      Purtroppo però molte esperienze di persone e alcuni studi dimostrano anche gli effetti collaterali degli integratori della melatonina, ma l'importante è non abusarne ed essere seguiti da un medico o terapeuta.
      Infine integrare la melatonina aiuta o meno la nostra salute? si, ma l’assunzione della melatonina a nostro parere va visto caso per caso.

      Replica
Lascia un Commento