it en
Change your language here!

Allergie: Sintomi, Cause e Rimedi Naturali 

uomo allergico starnuto

Con l’arrivo della primavera, ogni anno la stessa storia: mal di testa, occhi che lacrimano in continuazione e prurito agli stessi, cioè tutti i sintomi di chi soffre di allergie stagionali (generalmente alle graminacee e ai pollini). Poi ci sono gli allergici perenni, quelli che soffrono di allergie alimentari o allergie da contatto. Infine, vi sono gli allergici che non sanno di essere allergici: infatti buona parte delle allergie non viene riconosciuta ufficialmente, perché non sempre si pensa che i disturbi che percepiamo possano essere di natura allergica. Per questo, se si hanno dei sintomi sospetti, è importante rivolgersi al proprio medico, il quale potrebbe, dopo un consulto, prescrivere dei test allergologici.

Considerando i dati Istat, ricavati dalle indagini campionarie condotte dall’istituto, le persone affette da malattie allergiche croniche in Italia nel 2016 sarebbero il 10,7% della popolazione (1).

Un'allergia è una risposta “esagerata” del sistema immunitario che cerca di difendersi da una sostanza chiamata allergene, che può essere di natura vegetale, minerale o animale, generalmente inoffensiva per la maggior parte delle persone. Essendo coinvolto il sistema immunitario, si può affermare che l’allergia è sempre una patologia sistemica, ovvero coinvolge tutto l’organismo. Diversi studi hanno infatti dimostrato che, sebbene si evidenzi con sintomi localizzati apparentemente scollegati tra di loro, l’allergia coinvolge sempre l’intero organismo. L’ipersensibilità localizzata è, quindi, solo la manifestazione esteriore della problematica. 

 

Tipi di Allergia 

Le allergie vengono suddivise dai medici in quattro tipi, in base ai meccanismi immunitari coinvolti:

Tipo I  o Tipo immediato: comprende le allergie tipiche, come raffreddore da fieno, asma allergica e orticaria. Caratteristico, in questi casi, è il coinvolgimento di immunoglobuline della classe E (IgE). L’organismo reagisce nel giro di qualche secondo o minuto alla sostanza irritante.

Tipo II: il sistema immunitario attacca le cellule del corpo. Solitamente, in questo caso, gli allergeni sono medicinali come, per esempio, antibiotici e analgesici. Le sostanze farmacologiche si legano ai globuli del sangue o alle piastrine. Al complesso risultante si attaccano, a loro volta, gli anticorpi, dando via libera alla distruzione delle cellule. Tra le altre, una grave conseguenza è l'anemia.

Tipo III: questa tipologia viene contraddistinta dai cosiddetti immunocomplessi, costituiti da allergeni e anticorpi, che si attaccano alle pareti interne dei vasi sanguigni producendo infiammazioni. Un esempio è il “polmone del contadino”, causato da spore di muffe che infiammano gli alveoli.

Tipo IV: queste allergie vengono scatenate da cellule T sensibilizzate. Un esempio è quando il  nichel, il cromo o alcuni componenti contenuti nella plastica penetrano nella pelle e si legano a sostanze e cellule del corpo. Le cellule T individuano questi agglomerati e li combattono secernendo messaggeri chimici che attirano fagociti. La risposta più nota a questo tipo di sostanze è l’eczema da contatto, uno sfogo sulla pelle che provoca forte prurito.

allergia alimentare

Gli allergeni più comuni sono: 

  • • Polline
  • • Polvere
  • • Cibo
  • • Punture di insetti
  • • Animali
  • • Muffa 
  • • Farmaci 
  • • Lattice

 

Sintomi di Allergie 

I sintomi allergici si manifestano quando il corpo risponde agli allergeni producendo una sostanza chimica chiamata istamina, la quale agisce contribuendo a contrastare l'allergene. I sintomi causati dalle allergie variano da persona a persona, dipendono da ciò che causa la reazione allergica e variano a seconda di quanto grave sia l'allergia.

I sintomi più comuni associati alle allergie possono includere:

  • ♦ Eruzione cutanea, arrossamento, orticaria, secchezza, prurito
  • ♦ Sensazioni di pizzicore o prurito in bocca e sulle labbra
  • ♦ Gonfiore della lingua, del labbro, della gola o del viso
  • ♦ Prurito al naso, congestione e fastidio
  • ♦ Nausea e vomito
  • ♦ Diarrea e crampi addominali
  • ♦ Tosse, respiro fischiante e difficoltà a respirare 
  • ♦ Vertigini

Leggi anche: "10 segnali che il sistema immunitario è debole

 

Farmaci Antistammici ed Effetti Collaterali 

farmaci per allergiaLa maggior parte delle persone che sono alle prese con un'allergia si rivolgono al medico e, abitualmente, vengono somministrati loro dei prodotti farmaceutici, dal paracetamolo, agli antistaminici, che possono, in realtà, aggravare ulteriormente i sintomi di allergia per i quali sono stati somministrati (2) (3).

Purtroppo, molti di questi farmaci, possono causare sonnolenza, un effetto collaterale difficile da gestire per i tutti i lavoratori e per tutte quelle persone che devono essere attive durante la giornata. 

La sonnolenza non è l'unico effetto collaterale dei farmaci antistaminici (4). Ci sono effetti meno conosciuti che possono essere solo fastidiosi o, addirittura, pericolosi: in tale caso, non si può fare un raffronto con la dose di sollievo che procurano. L'intensità degli effetti collaterali varia da persona a persona e, con l'aiuto del medico, è possibile valutare la gravità della propria allergia rispetto agli effetti collaterali del farmaco usato per il trattamento.

 

Approccio Olistico all'Allergia

Essendo l’allergia una disfunzione sistemica, un corretto approccio naturale è quello di agire sull’equilibrio del sistema immunitario, sebbene, per tenere a bada i sintomi, sia sempre necessario seguire le indicazioni del proprio medico. I farmaci, le gocce e le creme allergiche alleviano e nascondono i sintomi, ma non affrontano il fatto che il problema esiste ancora.

Alcuni rimedi naturali possono alleviare le allergie, semplicemente migliorando le funzioni del sistema immunitario.

 

Rimedi Naturali per l’Allergia 

Vitamina C: questa vitamina possiede una documentata azione antistaminica e, se regolarmente assunta in quantità adeguate, potrebbe essere di grande aiuto contro i fastidiosi disturbi allergici (5). Gli studi dimostrano i benefici della vitamina C nelle persone allergiche (6): queste ricerche affermano che i disturbi allergici sono legati a carenze nutrizionali, principalmente a quella dell’acido ascorbico.

donna che annusa fioreProbiotici: i probiotici sono batteri “buoni” che aiutano a digerire i nutrienti,  favoriscono la disintossicazione del colon e sostengono il sistema immunitario. Infatti, oltre l'80% delle nostre difese immunitarie è situato nel tratto gastrointestinale e, per questo motivo, la ricerca afferma che l’utilizzo dei probiotici può ridurre il rischio di allergie (7).

In un’altro studio, si è scoperto che le donne che assumono regolarmente probiotici durante la gravidanza riducono significativamente il rischio di sviluppare allergie nei feti (8).

Dal momento che i disturbi dell'intestino costituiscono una delle principali cause di sensibilità alimentare, malattie autoimmuni e di squilibrio o indebolimento immunitario, è importante consumare alimenti e integratori probiotici (9).

Olio di Origano: è noto per le sue proprietà curative e immunostimolanti. Combatte le infezioni naturalmente, grazie ai suoi composti antifungini, antibatterici, antivirali e antiparassitari (10). Diversi studi hanno scoperto che l'olio di origano ha mostrato attività antibatterica contro alcune specie batteriche, tra cui B. Laterosporus e S. Saprophyticus (11).

Corteccia dell'Artiglio di Gatto (senza TOA): l'uso dell'artiglio di gatto per la salute risale alla civiltà Inca. Gli antichi lo usavano per i suoi effetti contraccettivi, perché efficace contro infiammazioni e infezioni virali, infine come stimolo del sistema immunitario. Oggi l'artiglio del gatto viene usato come integratore alimentare per una varietà di condizioni di salute (12).

Gli studi indicano che l'artiglio del gatto può stimolare il sistema immunitario (13), inoltre ha anche proprietà antiossidanti: aiuta il corpo ad eliminare le particelle conosciute come radicali liberi, che danneggiano le cellule.

 

 

Riferimenti:

  • 1- https://www.allergipedia.it/2017/11/30/quanti-allergici-ci-sono-in-italia/
  • 2- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7680815
  • 3- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14754980
  • 4-https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3667286/
  • 5- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7919130
  • 6- https://link.springer.com/article/10.1007/BF02998596
  • 7- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16313688
  • 8-https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23958764
  • 9- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24499072
  • 10-https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25763467
  • 11 - https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19783523
  • 12- https://nccih.nih.gov/health/catclaw
  • 13- http://www.umm.edu/health/medical/altmed/herb/cats-claw
Lascia un Commento